"Una settimana fa, saranno state le 5 del mattino ero su via Campo Salino prima delle Vasche, a qualche decina di metri davanti a me sulla strada ha attraversato uno strano animale – ha raccontato un residente di Maccarese – Era grande, solo la coda sarà stata lunga due metri, sembrava proprio un coccodrillo, finora ho evitato di raccontarlo, mi avrebbero preso per matto". Il Messaggero riporta il misterioso caso di una presenza insolita in un canale del piccolo borgo del Comune di Fiumicino. Secondo le informazioni ricevute, diversi sarebbero stati gli avvistamenti da parte di passanti e di abitanti della zona che hanno detto di aver visto il rettile esotico in vari punti della zona. E accanto all'ironia di molti che sdrammatizzano la vicenda commentando che in realtà si tratti di una nutria, o, al massimo, di un iguana, c'è lo sgomento di chi ci crede e vuole vederci chiaro. "Nuotava dentro il canale – ha continuato – sono un appassionato di animali e conosco la differenza tra un varano o un iguana, quello era un coccodrillo". I carabinieri forestali stanno indagando sulla vicenda, al momento non è ancora smentita la presenza dell'animale e i militari si sono messi sulle sue tracce. Non si esclude che possa trattarsi di un animale proveniente dal traffico clandestino e posseduto illegalmente, probabilmente abbandonato da qualche proprietario che non è stato più in grado di gestirlo.

Coccodrillo a Maccarese: i testimoni

Il coccodrillo di Maccarese è stato avvistato da diverse persone che hanno riportato quanto comparso davanti ai loro occhi. Emanuele Redolfi, l'autista del Latte Sano, martedì alle 4.30 ha visto ciò che ha definito un ‘lucertolone' sul bordo del canale, a 200 metri di distanza, tra via delle Tamerici e via Campo Salino. Ai casi più recenti si aggiungono ora pian piano gli altri, raccontati alle redazioni dei giornali e ai carabinieri che ora provano a far luce sulla vicenda. "Due mesi fa mio figlio mentre passavamo al Centro VI in via Campo Salino ha urlato, aveva visto un coccodrillo nel canale – racconta Emiliano Cogato – gli ho detto di vedere meno televisione". Un mese e mezzo fa due stranieri sono finiti con l'auto nel canale, la persona che li ha recuperati con il trattore gli ha chiesto cosa fosse successo: "Ha attraversato un grosso animale con la coda lunga e ci siamo spaventati", la risposta. Tre settimane fa al Bar Breccia un signore è entrato trafelato: "Ha raccontato di aver visto un iguana o qualcosa del genere in via Campo Salino accanto al canale", aggiunge Giovanni Zorzi, dipendente di lungo corso del Consorzio di Bonifica.