Il Codacons, l'associazione che tutela i diritti dei consumatori, rilancia la class action lanciata in estate per risarcire i cittadini romani vittime delle buche sulle strade della Capitale. "Dopo la recente assoluzione nel processo che vedeva la sindaca di Roma imputata per falso in relazione alla nomina di Renato Marra a capo della direzione Turismo, Virginia Raggi ha affermato di voler andare avanti ‘a testa alta' per Roma e per i cittadini. Siamo felici per l'assoluzione del sindaco, ma invitiamo la Raggi a prestare massima attenzione. Procedendo a testa alta, infatti, rischia di non vedere le buche presenti sull'asfalto capitolino e di cadere in qualche voragine, come é successo a molti cittadini romani che hanno subito fratture e contusioni a causa del pessimo stato del manto stradale", ironizza in una nota il Codacons.

Ad oggi sono oltre 500 gli utenti che hanno aderito alla class action per ottenere un risarcimento fino a 1.000 euro per danni da dissesto stradale, "anche in assenza di lesioni fisiche e solo per essere costretti a vivere in una città dove strade e marciapiedi appaiono come pericolosi colabrodi. Class action alla quale è ancora possibile aderire seguendo le indicazioni pubblicate sul sito dell'associazione".