video suggerito
video suggerito

Clan Casamonica, sgomberate 8 ville abusive: 600 vigili per l’abbattimento, presente Raggi

Con un blitz nella notte della polizia locale alla periferia est di Roma, è stato avviato l’abbattimento di otto villette abusive del clan Casamonica. “Quella di oggi è una giornata storica per la città di Roma e per i romani”, ha scritto su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi, che ha partecipato personalmente alle operazioni.
A cura di Alessia Rabbai
2.039 CONDIVISIONI
Virginia Raggi presente allo sgombero di 8 villette del clan Casamonica (Foto di Alessio Viscardi)
Virginia Raggi presente allo sgombero di 8 villette del clan Casamonica (Foto di Alessio Viscardi)

Blitz nella notte di oggi, martedì 20 novembre, nella periferia est di Roma, dove seicento agenti della polizia locale hanno sgomberato e avviato l'abbattimento di 8 ville abusive del clan Casamonica, in via del Quadraro 110. "Quella di oggi è una giornata storica per la città di Roma e per i romani – ha scritto su Facebook Virginia Raggi – mettiamo fine a anni di illegalità e inviamo un segnale forte alla criminalità". Si tratta di un'operazione quella messa in campo, come spiega la prima cittadina, "pianificata da 10 mesi", che ha impiegato 20 mezzi, per la quale "l'amministrazione si è impegnata come mai è successo nella sua storia recente" ha aggiunto Raggi. I vigili urbani sono dalle ore 4 di questa mattina e si protrarranno per circa 30 giorni. Durante il blitz sul posto presenti famiglie con minori, che non hanno opposto resistenza alle forze dell'ordine, all'interno delle villette è stata trovata anche della droga, probabilmente cocaina.

La sindaca di Roma che ha assistito personalmente al blitz: "Ho voluto partecipare alle operazioni di sgombero e abbattimento per manifestare la presenza delle Istituzioni al fianco dei cittadini nella lotta all'illegalità. Noi non abbassiamo lo sguardo. Si tratta dell'operazione più imponente contro la criminalità mai realizzata dai caschi bianchi di Roma". E spiega: "Quelle villette erano da 30 anni lì, realizzate in palese violazione di regolamenti edilizi, vincoli paesaggistici, ferroviari ed archeologici, alcune case avevano persino inglobato interi tratti dello storico acquedotto Felice: erano diventate il simbolo dell'illegalità e dell'impotenza di fronte alla malavita. Abbiamo cancellato soprattutto questo".

E conclude: "Possiamo finalmente portare a termine una operazione per il ripristino della legalità. Lo Stato si è assentato, è stato veramente lontano da alcune zone di Roma". Oggi riaffermiamo il primato delle istituzioni sempre al fianco dei cittadini onesti che hanno il diritto e il dovere di sentire le istituzioni, la polizia locale e le forze dell'ordine vicine. E noi siamo qui per questo".

In  via del Quadraro è poi arrivato anche il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini. L'operazione messa in campo ha trovato il plauso del senatore del M5S e presidente della commissione Antimafia, Nicola Morra: "Il buongiorno si vede dal mattino. Forza, e che altre amministrazioni comunali prendano coraggio: la commissione Antimafia non farà mancare il suo pieno appoggio".

2.039 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views