Blitz dei Carabinieri della compagnia di Civitavecchia, che hanno posto i sigilli ad un centro massaggi che si è rivelato essere invece un centro "hot". Tre le persone denunciate dalla forze dell'ordine in stato di libertà, tutte originarie della Cina: D.D., 41 anni e titolare del centro massaggi; L.S., 36 anni e compagna dell'uomo; e G.L., 53 anni. Per tutte e tre le persone l'accusa è quella di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Il tutto si manteneva su un sistema ben preciso: i clienti chiamavano telefonicamente il centro ed una donna, presumibilmente la moglie del titolare dell'attività, "avviava" il cliente al centro messaggi indicandone l'indirizzo dove l'attendeva un'affascinante cinquantatreenne. Quest'ultima, dopo aver contrattato prestazione e tariffe, lo avviava al piano superiore, dove veniva "consumata" la prestazione con giovani donne cinesi. Il centro massaggi è stato posto così sotto sequestro dopo le formalità di rito.