Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ha massacrato di botte il padre anziano facendolo finire in ospedale con le costole rotte. L'episodio di violenza si è consumato al termine di una lite in un'abitazione di Civitavecchia, sul litorale a nord di Roma. A finire in manette un quarantenne del posto, con precedenti a suo carico, che i carabinieri della Sezione Radiomobile della locale Compagnia hanno arrestato. L'uomo dovrà rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. I militari lo hanno portato via, lontano dal padre, e condotto nel carcere di Civitavecchia. Secondo le informazioni apprese i fatti risalgono alla serata di ieri, domenica 29 marzo. Entrambi si trovavano in casa, quando hanno iniziato a discutere animatamente, un litigio durante il quale il figlio ha dato in escandescenze, ha aggredito il genitore settantanovenne e si è scagliato contro di lui, prendendolo a calci e a pugni.

Anziano in ospedale con le costole rotte

I militari sono intervenuti all'interno dell'appartamento a seguito di una segnalazione arrivata al Numero Unico per le Emergenze 112. Una volta entrati, hanno bloccato il quarantenne visibilmente agitato e hanno prestato i primi soccorsi al padre, chiedendo l'intervento urgente di un'ambulanza. Sul posto è intervenuto il personale sanitario del 118, che ha trasportato l'anziano all'ospedale San Paolo di Civitavecchia. Sottoposto agli esami, il paziente ha riscontrato la rottura delle costole a seguito delle percosse subite e ha ricevuto una prognosi di venti giorni.