David Habib, il ragazzo aggredito a Trastevere da un gruppo di dieci persone perché aveva indosso una maglietta del Cinema America, è uscito dalla sala operatoria, dove ha subito un intervento al setto nasale, fratturato durante la colluttazione. E ha voluto ringraziare tutti coloro che in queste ultime ore gli hanno dimostrato affetto e solidarietà. "Ringrazio tutti per la solidarietà, sono appena uscito dalla sala operatoria per l’intervento al setto nasale. Non appena mi dimetteranno andrò subito a sporgere denuncia e lo farò indossando la maglietta del Cinema America!". Il messaggio, affidato a Facebook, è stato condiviso dalla pagina ufficiale del Cinema America. Le forze dell'ordine non hanno ancora identificato chi ha aggredito David e i suoi amici: secondo le loro testimonianze, si tratterebbe di una decina d'individui rasati e con tatuaggi, appartenenti al mondo dell'estrema destra.

L'aggressione a Trastevere per la maglietta del Cinema America

"Hai la maglietta del Cinema America, sei antifascista, levati subito sta maglietta, te ne devi andare via da qua!". Trastevere, 4 del mattino. David e i suoi amici hanno appena trascorso la serata in piazza San Callisto, quando sono stati avvicinati da due ragazzi che hanno iniziato a insultarli, dicendo di levare la maglietta perché antifascista. Lui si è rifiutato, ed è allora che i due hanno iniziato a picchiarlo, subito raggiunti da altre persone. "All’inizio erano in due, hanno iniziato a insultarci – hanno raccontato – In pochi minuti sono diventati quattro e poco dopo una decina. Purtroppo non siamo riusciti a scappare né a difenderci e non ci hanno lasciato liberi di andarcene". I quattro ragazzi sono stati ricoverati in ospedale, ma David è quello che ha riportato le ferite più gravi, necessitando un intervento d'urgenza al setto nasale.