Scuole chiuse a Sabaudia
in foto: Scuole chiuse a Sabaudia

Undici plessi appartenenti a due scuole di Sabaudia, provincia di Latina, sono state chiusi perché all'interno sono state rilevate tracce di un pericoloso pesticida, il Clorpirifos-Metile. La sostanza è presente al momento, rende noto l'Arpa Lazio dopo aver effettuato le analisi del caso, in misura vicinissima allo zero, ma si tratta di un prodotto tossico per l'uomo che non dovrebbe essere per nulla presente nelle aule e in generale nei luoghi chiusi. La procura sta indagando per capire come mai questa sostanza sia finita all'interno di tutti i plessi delle due scuole.

Le analisi dell'Arpa

Rispetto ai primi campionamenti, i valori della sostanza sono diminuiti e così i tecnici, dopo aver sentito il parere della Asl locale, hanno suggerito un trattamento per pareti, pavimenti e soffitti con una soluzione, mentre per banchi e altri mobili hanno consigliato di lavare con soluzione di bicarbonato di sodio, asciugare, e poi lavare di nuovo con alcol. Al termine di queste procedure verranno effettuati altri campionamenti e se tutti i valori saranno nella norma, verranno riaperti tutti i plessi.

Il Clorpirifos Metile è un pesticida utilizzato soprattutto in agricoltura per difendere frutta e ortaggi dagli attacchi degli insetti. A volte è usato anche nei giardini delle case, ma nel 2016 la Environmnental Protection Agency (EPA) ha rievocato l'utilizzo di questo prodotto e la sua vendita per uso domestico è già vietata dal 2000. Negli adulti può causare nausea, mal di testa e vertigini.