Un uomo di 47 anni è stato denunciato con l'accusa di lesioni personali verso la compagna, una donna di 31 anni brutalmente picchiata la scorsa notte. Non era la prima volta che veniva presa a calci e pugni dal violento, un uomo con precedenti penali che da tempo la terrorizzava con il suo atteggiamento possessivo e persecutorio. Qualsiasi cosa lei dicesse, lo usava a pretesto per picchiarla, denigrarla, insultarla e umiliarla. La scorsa notte è accaduta la stessa cosa, con il medesimo copione di tante altre volte: lui era andato a casa sua e aveva iniziato come al solito a bere, ubriacandosi. Dato che continuava a versarsi alcol, lei gli ha detto di smetterla: era già ubriaco e non doveva continuare a ridursi in quello stato. L'uomo ha preso a pretesto ciò che la compagna gli aveva appena detto per cominciare a prenderla a calci e pugni, talmente forte che è dovuta andare in ospedale.

Picchia la compagna, denunciato 47enne

Stavolta la donna ha chiamato i carabinieri. Quando i militari del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante sono arrivati sul posto, hanno trovato solo la 31enne in casa. L'uomo, forse perché sapeva che stavano arrivando le forze dell'ordine, aveva provato ad allontanarsi e a far perdere le sue tracce. Fermato in strada poco distante dall'abitazione, è stato portato in caserma e denunciato a piede libero per lesioni personali. La donna, che lo ha denunciato, è dovuta andare in ospedale a causa delle ferite riportate. Medicata al Santo Spirito per un trauma cranico – facciale, ha ricevuto una prognosi di otto giorni.