Si trova ricoverato in condizioni disperate un giovane romano di 28 anni. È arrivato la scorsa notte in ospedale al Policlinico Casilino, con una ferita d'arma da taglio al petto e al collo. A trovarlo, steso in una pozza di sangue in un appartamento di via Palmiro Togliatti a Centocelle, i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma intervenuti dopo la segnalazione di una violenta lite da parte dei vicini. A ferire quasi a morte il ragazzo sarebbe stato un cittadino brasiliano di 21 anni per motivi sentimentali.

Il transessuale e il 28enne avrebbero avuto una relazione sentimentale, secondo quanto ricostruito finora. Al culmine dell'ennesimo litigio il 21enne avrebbe afferrato un coltello da cucina ferendolo quasi a morte. Quando i militari hanno fatto irruzione nell'appartamento, il 21enne si trovava ancora sul luogo ed è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio. Trasferito nel carcere di Regina Coeli l'aggressore, già noto alle forze dell'ordine, si trova al momento a disposizione dell'autorità giudiziaria