Alcuni cassonetti sono andati a fuoco questa notte sotto casa della presidente del IV municipio, Roberta Della Casa. Il rogo si è sviluppato a Largo Beltramelli, vicino alla Stazione Tiburtina, luogo frequentatissimo da residenti, viaggiatori e pendolari. Ancora non sono note le cause dell'incendio, ma per la sindaca Virginia Raggi si è trattato di un atto doloso, volto a intimidire la giunta a cinque stelle, le sue politiche e il municipio. E proprio per questo la prima cittadina si è recata sul posto, dove ha voluto testimoniare la sua solidarietà alla presidente Della Casa e denunciare quello che secondo lei è un gesto intimidatorio. Questo non è il primo incendio della settimana: già martedì è andato a fuoco un camper in via Meda, luogo dove saranno delocalizzate le bancarelle che oggi sono nella zona intorno la Stazione Tiburtina. All'interno del camper vive una famiglia rom, che fortunatamente quella sera non era nel mezzo. "Alcuni delinquenti hanno dato alle fiamme dei cassonetti proprio sotto l’abitazione della presidente Roberta Della Casa Presidente IV Municipio – ha scritto la sindaca Raggi su Facebook – Non è la prima volta che succede nella nostra città. Purtroppo dall’inizio del nostro mandato sono stati bruciati oltre 600 cassonetti, soprattutto nel VII e X Municipio. Ognuno di questi costa 750 euro. Quindi un danno pari a circa mezzo milione di euro. Per non parlare dei tanti atti vandalici compiuti ai danni del Servizio Giardini di Roma Capitale".

Virginia Raggi: "Via le bancarelle da via Tiburtina"

La sindaca Virginia Raggi ha denunciato che anche in altre zone di Roma si stanno verificando atti vandalici: e tutti questi gesti sarebbero da imputare a chi è contrario alle politiche messe in campo dal Campidoglio in alcune zone della capitale. In particolare, nel caso del cassonetto bruciato a Largo Beltramelli, l'incendio sarebbe stato appiccato da persone contrarie al trasferimento delle bancarelle dalla Tiburtina a via Meda. "Queste resistenze al cambiamento saranno spazzate vie. La rivoluzione gentile va avanti. Entro l’estate diremo addio alle bancarelle in via Tiburtina: così ci sarà più decoro e marciapiedi liberi per le persone.".