Il primo marzo torna a Poggio Mirteto il Carnevalone Liberato, appuntamento storico della Sabina che ogni anno richiama migliaia di persone da tutto il Lazio e curiosi da altre regioni d'Italia. Anche conosciuto come ‘Carnevale Anticlericale', si svolge ogni anno la prima domenica di Quaresima ed è la più importante tradizione popolare di Poggio Mirteto. Non viene festeggiata infatti solo la fine del carnevale, con maschere, carri, vino e compagnie danzanti: ciò che viene realmente celebrato durante il Carnevalone Liberato, è la liberazione di Poggio Mirteto dallo Stato Pontificio. Le sue origini sono molto antiche e hanno messo radici per la prima volta nella storia il 24 febbraio 1861.

La storia del Carnevalone Liberato di Poggio Mirteto

In quella data, una delegazione di operai di Poggio Mirteto si recò dal marchese Gioacchino Napoleone Pepoli per chiedere l'annessione al futuro Regno d'Italia. In risposta, il Commissario Generale dell'Umbria propose di premiare la cittadina facendo passare per Poggio Mirteto la ferrovia Roma-Orte: la popolazione però, decise che avrebbe invece iniziato a festeggiare la liberazione dallo Stato Pontificio, e così nacque la festa. Il Carnevale anticlericale si tenne senza interruzioni fino alla firma dei Patti Lateranensi nel 1929, quando il Fascismo decise di sopprimerla. Bisognerà aspettare il 1977 perché la festa venga ripristinata.

La processione dei ‘moccoletti' e la cremazione di ‘Sua Maestà Carnevalone'

Caratterista principale del Carnevalone Liberato è il fatto che i banchetti che offrono cibo, vendono soprattutto pietanze a base di carne, un alimento che i cattolici mangiano molto poco durante la Quaresima. Il tutto è innaffiato con litri di vino rosso, tanto che non è raro vedere persone su di giri per l'alcol già dalla mattina presto. Alla fine dell'evento c'è sempre la tradizionale processione dei ‘moccoletti' e la cremazione di un grosso pupazzo, chiamato ‘Sua Maestà Carnevalone'.

Come arrivare al Carnevalone Liberato di Poggio Mirteto, info e orari

Il Carnevale Liberato di Poggio Mirteto inizia ufficialmente alle 12.30 e termina alle 20.30. Ma, dato che si tiene in tutto il paese, non c'è in verità un vero orario di inizio e uno di fine: le persone iniziano ad arrivare già dalla mattina presto, e capita che rimangano ben oltre le 20.30 a bere in paese. Arrivare a Poggio Mirteto non è difficile: il modo più semplice è prendere il treno regionale da Roma per Orte. Una volta arrivati, basta attendere le navette che dalla stazione portano in paese, oppure accodarsi al corteo di persone che decide di farsela a piedi. Ah, ovviamente la maschera è d'obbligo!