Esplosione in una villetta a Canale Monterano, alle porte di Roma, dove una donna di 87 anni è rimasta ferita. L'episodio è accaduto questa mattina, lunedì 6 maggio. A scatenare la deflagrazione una fuga di gas derivante da una conduttura domestica, che ha coinvolto la proprietaria di un'abitazione su due piani al civico 2 di via Manziana. Intorno alle nove del mattino è stato udito un forte boato provenire da uno dei due appartamenti: secondo le informazioni apprese la signora aveva una bombola del gas esterna alla casa, ma un flessibile presente in cucina era probabilmente danneggiato. Dovrebbe essere questa la causa principale che ha poi portato al violento scoppio. La 87enne, dopo aver probabilmente acceso l'impianto del gas, è stata colpita da una forte esplosione. L'intera villetta è rimasta quasi del tutto invasa dalla deflagrazione, con ingenti danni che riguardano anche il tetto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Bracciano, giunti sul posto insieme ai vigili del fuoco per gestire la fuga di gas e per effettuare i primi rilievi. Per agevolare i soccorsi è intervenuta anche una squadra VVF USAR (urban search And rescue) proveniente da Roma, oltre al nucleo dei carabinieri di Manziana.

La donna ha riportato ustioni di terzo grado

La signora anziana è stata trasportata in elicottero all'ospedale Sant'Eugenio, dopo aver riportato ustioni di terzo grado ma le sue condizioni non sono gravi, nonostante l'età. In base a quanto appreso la donna viveva da sola nel suo appartamento, con il nipote che alloggiava nell'abitazione al piano di sopra: dovrebbe essere stato lo stesso nipote ad aver avvertito l'esplosione, per poi prestare i primi soccorsi a sua nonna telefonando al 118. La struttura muraria dell'immobile è stata danneggiata dalla fuga di gas, a tal punto che i pompieri hanno dovuto provvedere sia all'attività di bonifica che alla messa in sicurezza dell'intera area.