Una barca a vela in difficoltà è finita contro gli scogli del vecchio faro di Fiumicino. L'imbarcazione, lunga dodici metri, è rimasta incagliata e bloccata tra le onde. L'unico uomo a bordo è stato soccorso e messo in salvo dalla guardia costiera. Il fatto è accaduto intorno alle 13,40, ora della segnalazione alla sala operativa, che ha subito inviato una motovedetta sul posto. Saliti a bordo dell'imbarcazione, i militari sono riusciti a mettere in salvo l'uomo rimasto intrappolato in mare con l'aiuto anche di alcuni colleghi rimasti sulla terraferma. La barca è poi affondata. Stando a quanto ricostruito, la barca a vela era diretta a Civitavecchia. Dopo che il vento ha strappato e praticamente distrutto la vela centrale, l'imbarcazione è rimasta totalmente in balia delle onde. Sul posto, oltre agli uomini della Capitaneria di Porto, è intervenuta la Protezione civile di Fiumicino, i Vigili del Fuoco e il 118. L'area dovrà essere bonificata e già domani è previsto un primo intervento dei sommozzatori della Protezione civile di Fiumicino per capire quali azioni mettere in campo.

Il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, ha ringraziato "la Capitaneria di Porto, la Protezione civile di Fiumicino, i Vigili del Fuoco e il 118 che oggi, nel primo pomeriggio, hanno messo in salvo un naufrago che si è schiantato con la sua barca sugli scogli del vecchio faro di Fiumicino. L'imbarcazione a vela di 12 metri circa transitava da Ostia in direzione di Civitavecchia quando, dopo aver strappato la vela centrale e in balia delle onde, è andata a sbattere contro la scogliera".