Domenica 9 giugno dalle 7 alle 23 si voterà per eleggere il nuovo sindaco del Comune di Ciampino. Gli abitanti della città laziale saranno infatti convocati alle urne per nominare il loro nuovo primo cittadino, non ancora eletto dopo la tornata delle elezioni comunali del 26 maggio. Diversamente dal primo turno al ballottaggio sarà possibile esprimere soltanto la preferenza per il sindaco, senza riportare preferenze di altro tipo. Il nome del sindaco che si insedierà sulla poltrona di Ciampino uscirà al termine del ballottaggio tra Daniela Ballico, esponente del centrodestra, e Giorgio Balzoni, candidato per il centrosinistra. Quest'ultimo tenterà di diventare sindaco dopo un'altra giunta di centrosinistra, presieduta dall'ex primo cittadino Giovanni Terzulli. Le votazioni si terranno dalle 7 alle 23 e sono previste regole diverse rispetto a quelle della prima votazione. Il ballottaggio sarà vinto dal candidato che otterrà la maggioranza assoluta dei voti, vale a dire il 50% più uno delle preferenze.

Come e quando si vota a Ciampino

Gli abitanti di Ciampino saranno chiamati a eleggere il nuovo sindaco domenica 9 giugno dalle 7 alle 23. Per votare sarà necessario recarsi nella propria circoscrizione muniti di tessera elettorale e di documento d'identità. Le regole per le votazioni al ballottaggio sono differenti rispetto alle regole della prima tornata elettorale delle elezioni comunali. Il ballottaggio sarà vinto dal candidato sindaco che otterrà la maggioranza assoluta dei voti, vale a dire il 50% più uno delle preferenze. Qualora nessuno dei due candidati sindaco dovesse ottenere la maggioranza assoluta dei voti sarà indetto un ulteriore ballottaggio a 15 giorni di distanza dal primo. Per quanto riguarda la composizione del Consiglio Comunale le liste collegate che supereranno il 40% dei voti otterranno il 60% dei seggi, a meno che nessun'altra lista di coalizione riesca a superare il 50% dei voti. I seggi rimanenti verrano divisi tra le altre liste proporzionalmente ai voti ottenuti.

Cosa fare in caso di smarrimento o deterioramento della tessera elettorale

Non sarà possibile votare al ballottaggio presentandosi senza tessera elettorale. In caso di deterioramento, smarrimento o furto della tessera elettorale il cittadino potrà richiederne un duplicato attraverso domanda all'ufficio Elettorale su modulo prestampato, disponibile presso l'ufficio stesso. Nel caso in cui la tessera fosse deteriorata, il cittadino riconsegnerà quella in suo possesso. Qualora fosse stata rubata o smarrita, il cittadino compila compila e sottoscrive presso l'Ufficio Elettorale una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, che sostituisce la denuncia ai Carabinieri o agli uffici della Polizia di Stato. Il rilascio del duplicato della tessera è immediato.

Chi sono i candidati sindaco a Ciampino

Daniela Ballico e Giorgio Balzoni sono i due candidati rimasti per assumere il ruolo di primo cittadino del Comune di Ciampino. La prima è l'esponente del centrodestra ed è sostenuta da cinque liste: Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Ciampino merita di + e La Locomotiva. Al primo turno elettorale la Ballico ha ottenuto il 33% delle preferenze, poco sotto rispetto al suo rivale Giorgio Balzoni, candidato per il centrosinistra, che con le liste Partito Democratico, Sinistra Civica Ciampino, Insieme con Mauro Testa, Uniti per Ciampino e Siamo Ciampino ha ottenuto il 35% dei voti. Tra i due si preannuncia un autentico testa a testa, vista la vicinanza delle percentuali in occasione del primo turno elettorale.

Chi è Daniela Ballico, candidata sindaco a Ciampino

Daniela Ballico è il principale esponente del centrodestra unito per le elezioni comunali a Ciampino. Si presenta al ballottaggio con il 33% dei consensi totali, dopo aver fondato la propria campagna elettorale sul territorio e sul turismo interno. La Ballico è dirigente nazionale dell'UGL (Unione Generale del Lavoro), la stessa organizzazione dove ha lavorato l'ex presidentessa della Regione Lazio Renata Polverini.

Chi è Giorgio Balzoni, candidato sindaco a Ciampino

Giorgio Balzoni è il primo candidato per il centrosinistra in vista del ballottaggio delle elezioni comunali a Ciampino. Nel primo turno ha di poco superato i voti della sua rivale Daniela Ballico, ottenendo il 35% delle preferenze. Balzoni ha fondato la propria campagna elettorale sui valori dell'antifascismo e ieri ha incontrato il segretario nazionale del Partito Democratico Nicola Zingaretti, che gli ha rinnovato tutto il sostegno per poter diventare primo cittadino del Comune laziale.

Come è andata al primo turno delle elezioni comunali a Ciampino

Oltre al 35% di Giorgio Balzoni e al 33% di Daniela Ballico gli altri candidati sono rimasti staccati dal duo di testa, con Marco Bertolucci del Movimento 5 Stelle che ha raggiunto il 16% dei consensi. Tra gli altri risultati si registra il 6% del candidato di centro Gabriella Sisti, a pari merito con l'esponente della sinistra Dario Rose. Chiudono la graduatoria l'1% di Beatrice Parigi con la lista civica "Ciampino da vivere" e di Carmen Pizzarusso per CasaPound Italia.