Un lupo è stato visto a Roma nella Riserva Naturale di Decima Malafede. Un avvistamento incredibile segnalato sul gruppo Facebook "Lipu Roma" da un utente che ha pubblicato anche una foto dell'animale che si aggirava per le strade del parco. "Lupo incontrato all'interno della Riserva Naturale di Decima Malafede, alle quattro di pomeriggio su una strada interna, probabilmente una giovane femmina che si trova in zona per l'alta presenza di cinghiali e pecore…". Non è la prima volta che un lupo viene segnalato nella zona di Castel di Guido. E, se spesso in realtà si tratta di cani randagi che possono somigliare in qualche modo ai lupi, ormai è certo che alcune zone come il Parco di Veio e la Riserva di Castel Porziano ospitino diversi esemplari. "La presenza del lupo nelle aree periurbane viene considerata strana ma in realtà sono animali che se trovano acqua, prede e un rifugio hanno grandi capacità di adattamento", ha detto a Il Messaggero Alessia De Lorenzis, responsabile dell’Oasi Lipu di Castel di Guido. Ma niente paura: la psicosi "attacco" è assolutamente da evitare, anche perché nessun episodio si è mai verificato finora.

Il pericolo delle localizzazioni social degli animali

Se la notizia dell'avvistamento del lupo nella Riserva Naturale di Decima Malafede ha fatto piacere a molte persone, tante altre hanno fatto notare all'utente che ha condiviso la foto che pubblicare le localizzazioni degli animali non è sempre una buona idea. "È  bene non fornire nel web e nei social media dati precisi sulle localizzazioni degli animali – fa sapere in una nota YouAnimal – Per la loro tutela evita di rivelare dove sono le loro tane e i loro nidi. Ci sono tanti malintenzionati in giro, anche sul web, proteggiamo gli animali da loro. Per uno scatto prezioso, inoltre, può succedere che un fotografo con pochi scrupoli si avvicini così tanto a tane e nidi  da far allontanare il genitore, talvolta per sempre, dai piccoli o dalle uova. Attenzione dunque alle informazioni che si danno in rete".