(La Presse)
in foto: (La Presse)

Sono 123 i nuovi pazienti positivi nel Lazio oggi, domenica 5 aprile. Aumenta il numero dei guariti, ben 36 nelle ultime 24 ore, per un totale di 475. I morti registrati sono stati 7. Buone notizie dalla Regione, al termine della task force quotidiana tra l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato, i direttori generali delle Asl, aziende ospedaliere, policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù, per i dati aggiornati sull'emergenza coronavirus. I pazienti attualmente positivi nel Lazio sono 3186, 1235 si trovano ricoverati in ospedale non in terapia intensiva, mentre 197 in terapia intensiva. Il totale dei decessi ammonta a 219.

Massima attenzione per Pasqua e Pasquetta

“Continua la frenata del trend che per la prima volta è al 3% – così ha commentato i dati odierni D'Amato – Ora è il momento di non mollare e mantenere alta l’attenzione anche in vista delle festività di Pasqua e Pasquetta". Sono in distribuzione presso le strutture sanitarie 65mila mascherine chirurgiche, 33mila maschere FFP2, 3.500 maschere FFP3, 6.100 camici impermeabili, 29.200 calzari, 69mila guanti, 22mila cuffie. Continuano i controlli nelle Rsa e case di riposo per anziani del territorio.

I dati aggiornati dei contagi nel Lazio Asl per Asl

Asl Roma 1: 18 nuovi casi positivi;
Asl Roma 2: 7 nuovi casi positivi;
Asl Roma 3: 11 nuovi casi positivi. 3 i pazienti che sono guariti;
Asl Roma 4: 15 nuovi casi positivi;
Asl Roma 5: 24 nuovi casi positivi. 4 i pazienti che sono guariti. Deceduto un uomo di 90 anni con precedenti patologie.
Asl Roma 6: 3 nuovi casi positivi. 10 pazienti sono guariti.
Asl di Latina: 18 nuovi casi positivi. 2 i pazienti che sono guariti;
Asl di Frosinone: 18 nuovi casi positivi. 2 i pazienti che sono guariti. 3 decessi: 1 frate di 74 anni, una donna di 89 anni e una donna di 84 anni, tutti con patologie preesistenti.
Asl di Viterbo:  7 nuovi casi positivi. 2 i pazienti che sono guariti.
Asl di Rieti: 2 nuovi casi positivi. 2 i pazienti che sono guariti. Decedute 3 donne ultraottantenni con patologie preesistenti.