Atac rimbroserà gli abbonamenti Atac, come previsto per il settore del trasporto pubblico dal decreto legge ‘Rilancio', nel quale il Governo ha varato una serie di misure dal valore complessivo di ben 55 miliardi. L'azienda che gestisce il trasporto capitolino contattata da Fanpage.it ha spiegato che ad oggi è in attesa di indicazioni che dispongano modalità e tempi del rimborso. La Regione Lazio che gestisce il sistema tarriffario e la bigliettazione sul territorio infatti, dovrà recepire il decreto, non ancora uscito in Gazzetta Ufficiale, per poi darne disposizione. Gli articoli del decreto legge hanno infatti un carattere generale: saranno poi le Regioni compreso il Lazio e poi i Comuni, ad appricarlo secondo le diverse specificità.

Come richiedere il rimborso dell'abbonamento dei mezzi pubblici e i requisiti necessari

Possono accedere alla richiesta di rimborso i viaggiatori in possesso di un abbonamento dei mezzi di trasporto pubblico sia annuale che mensile, su tutto il territorio nazionale, in corso di validità durante il periodo interessato dalle misure governative riconducibili ai decreti legge del 23 febbraio 2020, n. 6, e 25 marzo 2020, n. 19. Chi vorrà fare richiesta dovrà dichiarare con un'autocertificazione, di non aver potuto utilizzare, del tutto o in parte, il titolo di viaggio a causa delle misure anti-covid, presentando presso l’azienda di trasporto la ricevuta fiscale che attesti l’acquisto dell’abbonamento. Il rimborso verrà effettutato entro quindici giorni dalla ricezione della comunicazione, reso fruibile attraverso un voucher, da utilizzare entro un anno dall'emissione, o con il prolungamento della durata dell’abbonamento stesso, per un periodo corrispondente a quello durante il quale non ne è stato possibile l’utilizzo.