Oltre 10mila multe (per la precisione 10.565) su 213.809 passeggeri controllati sui mezzi pubblici dell’Atac nel mese di ottobre. Un anno fa, a ottobre 2014, le multe erano state 7.500 e i controlli 170mila. Sono aumentate quindi le multe, del 33 per cento, ma soprattutto i passeggeri controllati, aumentati del 25 per cento. Quasi 2 multe su 10, fa notare Atac vengono pagate entro 5 giorni dalla contestazione, termine che permette di ridurre la sanzione di circa il 50 per cento. Le multe possono essere pagate entro cinque giorni sul sito di Atac.

Nei controlli, particolare attenzione è stata dedicata agli studenti per scoraggiare l'evasione ed educarli all'uso del biglietto. Atac – si legge nella nota diffusa dall'azienda – proseguirà incessantemente l'azione di forte contrasto all'evasione anche nei prossimi mesi. Per questa ragione l'azienda invita la clientela a munirsi di biglietto e timbrarlo una volta a bordo. Anche gli abbonati devono vidimare il loro titolo, avvicinando la tessera a centro della validatrice. In tal modo il cliente avra' sempre contezza dello stato del proprio titolo e faciliterà le attività di controllo a chi verifica. Allo stesso tempo aiuterà l'azienda a definire le statistiche sulla fruizione del servizio che aiutano Atac a ottimizzare gli orari delle linee. Atac ricorda che viaggiare senza titolo espone chi lo fa al rischio della sanzione amministrativa di euro 104.90 (100 euro sanzione, 1,5 euro per costo del biglietto e 3,4 euro per spese di procedimento) ed e' un gravissimo atto di incivilta' che danneggia la comunita' e gli utenti del servizio pubblico, sottraendo risorse proprio al trasporto pubblico locale.