Seicento autisti Atac sono stati nominati agenti di polizia amministrativa, ovvero avranno la possibilità anche di essere controllori. Su richiesta di Atac, informa l'azienda che gestisce il trasporto pubblico romano, la Regione Lazio ha emanato i decreti di nomina ad agente di polizia amministrativa per i primi 600 conducenti Atac sui 3.600 che si sono resi disponibili e per i quali l'azienda ha già presentato tutta la documentazione necessaria a fine maggio.  I 600 agenti in questione avranno la facoltà anche di verificare e controllare i biglietti dei passeggeri.

L'iniziativa, ricorda ancora Atac in una nota stampa, si inquadra nell'ambito dell'attuazione del piano sicurezza messo a punto dall'azienda, per quanto di propria competenza, per rafforzare la tutela del personale a bordo dei mezzi di trasporto pubblico. La nomina ad agente di polizia amministrativa, che rafforza l'autorevolezza dei dipendenti a bordo del mezzo, è infatti un efficace strumento dissuasivo per gli atti di violenza fisica o verbale contro i conducenti.

Su 800 bus di Atac sono già state installate cabine rinforzate che servono per proteggere gli autisti. Tutti i bus sono inoltre dotati di allarme silenzioso collegato direttamente con la centrale operativa e su circa 500 mezzi sono presenti telecamere di sicurezza a bordo.