Un mezzo pesante di grosse dimensioni è rimasto incastrato nel territorio di Ariccia mentre percorreva via Pratolungo. Uno "scherzo" giocato al camionista alla guida dell'autoarticolato proveniente da Bari, dal navigatore che gli avrebbe indicato la strada da percorrere e che questo avrebbe seguito senza indugio, tranne poi trovarsi incastrato danneggiando anche un'abitazione. Sul posto gli agenti della Polizia Locale di Albano Laziale e di Ariccia che per ore hanno coordinato le complesse manovre per permettere al mezzo di tornare indietro, con inevitabili disagi per la circolazione della zona. Coinvolto anche carro attrezzi messo a disposizione dall'ACI per trainare il mezzo. Il conducente del mezzo è stato multato con 300 e gli sono stati decurtati 10 punti dalla patente per non aver rispettato, secondo quanto emerso dalle analisi del cronografo a bordo del tir, le otto ore di riposo prescritte. Inoltre il camionista non ha neanche rispettato l'esplicito divieto di transito sulla strada in questione per i mezzi di tale portata.

Non era la prima volta che succedeva. Nell'ottobre del 2016 un episodio in tutto e per tutto simile era accaduto nello stesso punto di via Pratolungo: anche in quel caso erano state necessarie lunghe e laboriose domande per liberare il tir e riaprire così la strada. Anche tre anni fa il camionista coinvolto ha dichiarato di essersi trovato incastrato seguendo le indicazioni del navigatore.