Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Una ragazza di diciotto anni originaria di Santi Cosma e Damiano, nell'agro pontino, è stata arrestata dai carabinieri in flagranza di reato, mentre spaccava i finestrini di alcune automobili per rubare all'interno dell'abitacolo delle vetture. La giovane deve ora rispondere di furto aggravato. La vicenda è accaduta ad Aprilia, in provincia di Latina, nei pressi della stazione ferroviaria della cittadina pontina.

La giovane aveva con sé un martello frangivetro, di quelli usati sempre più spesso proprio dai ladri d'auto per sfondare i finestrini ed accedere all'abitacolo sebbene il loro utilizzo sia principalmente legato alla sicurezza, permettendo in pochi istante di sfondare un vetro resistente e permettere aiuti e soccorsi ed utilizzato sia da camionisti sia da pompieri in situazioni di emergenza. La ragazza pontina aveva preso di mira le automobili parcheggiate nel piazzale della stazione ferroviaria di Aprilia, servita dalla Linea FL 8 che collega Nettuno a Roma Termini. Ben otto le automobili che avevano già subito il "trattamento" della diciottenne: quando i carabinieri sono arrivati sul posto l'hanno sorpresa in flagranza di reato mentre sfondava i vetri delle automobili e razziava quello che c'era all'interno. Bloccata dai militari dell'arma, la giovane è stata portata in caserma ed identificata in una diciottenne di Santi Cosma e Damiano, paese della provincia di Latina non lontano dalla stessa Aprilia, nonché trattenuta nelle camere di sicurezza, dove è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria, alla quale deve ora rispondere del reato di furto aggravato.