Un uomo di 41 anni è stato arrestato dopo aver accoltellato il compagno della madre al culmine di una lite per l'occupazione di una casa di famiglia. La discussione è stata da subito molto accesa fino a che non è degenerata al punto che l'uomo ha preso un coltello e ha ferito il compagno della madre all'addome. Subito dopo, si è dato alla fuga. L'episodio di violenza è accaduto ad Aprilia nel pomeriggio di ieri, ma l'aggressore è stato fermato solo oggi dalle forze dell'ordine. Gli agenti, infatti, non erano riusciti a rintracciarlo, ma dopo una serie di ricerche condotte dai militari del reparto territoriale sono riusciti a capire dove fosse. L'uomo è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio e porto di armi od oggetti atti a offendere. È stato tradotto in carcere nella casa circondariale di Latina, dove rimarrà a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Gravi le condizioni dell'uomo accoltellato: si trova ancora in prognosi riservata all'ospedale e le sue condizioni sono molto gravi.

Gravi le condizioni della vittima

Motivo della discussione, l'uso dell'abitazione di famiglia. Entrambi gli uomini avevano idee differenti su chi avesse diritto a occupare la casa di proprietà: ed è proprio per questo motivo che la situazione è degenerata al punto tale da sfociare in tentato omicidio. Il figlio della donna ha sferrato al compagno della madre diverse coltellate all'addome, lasciandolo poi in un mare di sangue: nonostante la tempestività dei soccorsi, le sue condizioni rimangono purtroppo molto gravi. L'aggressore è stato fermato dopo una breve fuga e condotto nel carcere di Latina: se le condizioni della vittima non dovessero migliorare, le accuse nei suoi confronti potrebbero aggravarsi e la sua posizione davanti al giudice peggiorare.