Immagine di repertorio (La Presse)
in foto: Immagine di repertorio (La Presse)

Il cadavere di un uomo è stato trovato al largo del mare di Anzio, sul litorale della provincia di Roma. Secondo le informazioni apprese si tratta di Guido Socci, un 79enne romano che era in vacanza nella località balneare, per trascorrere qualche giornata d'estate. L'anziano era scomparso nella serata di ieri per andare a pesca e immergersi in acqua nel tratto compreso tra il Lido Garda e il Marinaro, un'attività che amava fare, ma non è più tornato a casa. Non vedendolo tornare, la moglie spaventata ha dato l'allarme, chiedendo l'intervento delle forze dell'ordine. La donna ha contattato la Capitaneria di Porto, e ha segnato l'accaduto, spiegando che temeva che fosse accaduto il peggio a suo marito. I militari giunti sul posto hanno scandagliato i fondali a bordo di una motovedetta e di un gommone, una ricerca durata diverse ore. Purtroppo non c'è stato nulla da fare per salvare l'uomo.

Il suo corpo è stato trovato all'alba di oggi. Inutile l'ambulanza in attesa a riva con a bordo i paramedici, pronti per soccorrerlo e trasportarlo in ospedale. Recuperato il corpo e terminati gli accertamenti sul posto, è stato trasferito all'obitorio di Tor Vergata a Roma, dove si trova a disposizione dell'Autorità Giudiziaria per lo svolgimento dell'autopsia. Ulteriori esami saranno utili agli investigatori della Procura di Velletri a stabilire con maggiore chiarezza le cause del decesso. L'ipotesi è che sia morto per annegamento, colto probabilmente da un malore improvviso, che non gli ha lasciato scampo.