Un uomo di 45 anni, militare di professione, è stato arrestato dalla polizia locale di Anzio, in provincia di Roma, con l'accusa di violenza sessuale. Stando a quanto emerso dalle indagini coordinate dalla procura di Velletri l'uomo avrebbe violentato per anni la figlia minorenne. Solo dopo cinque anni la figlia, che oggi ha 20 anni, ha trovato il coraggio di raccontare quanto sarebbe stata costretta a subire per cinque anni dal padre. L'uomo e la moglie sono separati: le violenze sarebbero avvenute proprio tra le mura domestiche durante i periodi che papà e figlia trascorrevano insieme, lontani dalla madre.

Il padre è stato portato in carcere a Velletri

Il racconto della ragazza ha spinto gli assistenti sociali a contattare la scuola frequentata dalla giovane per effettuare le prime verifiche del caso: successivamente è partita l'indagine che, anche grazie alle audizioni protette nel corso delle quali la ragazza ha ripercorso tutte le violenze, ha portato ieri all'esecuzione di una misura cautelare per il papà orco, arrestato per ordine del giudice per le indagini preliminari di Velletri Ilaria Tarantino. Quando l'uomo, originario dell'Agro Pontino ma residente ad Anzio, è stato arrestato, si trovava sul suo luogo di lavoro. Stando a quanto riportato dal quotidiano "Il Messaggero" non avrebbe detto alcuna parola e ha seguito gli agenti della polizia locale fino al carcere di Velletri, dove si trova adesso ristretto.