Anna Rita scomparsa in zona Esquilino Castro Pretorio
in foto: Anna Rita scomparsa in zona Esquilino Castro Pretorio

Aggiornamento: Anna Rita è stata ritrovata, sta bene ed è tornata a casa. A riaccompagnarla un tassista, mentre la donna si aggirava per Piazza del Popolo. Anna Rita è scomparsa nel pomeriggio di mercoledì 15 aprile, tra la zona dell'Esquilino e Castro Pretorio a Roma. Sono ore di apprensione per i familiari, i suoi tre figli la stanno cercando senza sosta da ieri. Anna Rita è di bassa statura, ha capelli mossi, di media lunghezza e brizzolati. Secondo le informazioni apprese si sarebbe allontanata da casa insieme al suo cagnolino di taglia media e indossava un lungo piumino nero. "Chiunque abbia visto mia madre per favore chiami subito le forze dell'ordine per segnalarlo, aiutateci a farla tornare a casa" è l'appello della figlia Stefania lanciato attraverso Fanpage.it. La sua assenza desta particolare preoccupazione, oltre al fatto di essere avvenuta durante l'emergenza coronavirus, anche perché la donna è affetta da demenza, ha trascorso la notte fuori casa e al momento potrebbe essere ovunque.

I luoghi che frequenta Anna Rita

Anna Rita non era sola nella sua abitazione, ma c'era un amico di famiglia ad occuparsi di lei, a farle compagnia. Ma l'uomo, non avendola più vista in casa, dopo averla cercata, ha dato l'allarme, contattando i familiari. Così sono scattate le ricerche nei luoghi che abitualmente Anna Rita frequenta durante le passeggiate con il suo amico a quattro zampe, come la zona dell'Esquilino, Termini, Salaria e San Lorenzo, per citarne alcune. I familiari di Anna Rita si sono rivolti alla Polizia di Stato per segnalare la scomparsa. Gli agenti la stanno cercando, di aiuto nelle indagini potrebbero rivelarsi le telecamere di videosorveglianza presenti in zona, che possono aver immortalato il passaggio della donna per le strade di una Roma deserta, a causa delle restrizioni del decreto del Governo che chiedono alle persone di restare in casa e di limitare gli spostamenti ai soli necessari, per contenere la diffusione del contagio.