Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un uomo è stato arrestato e portato in carcere a Regina Coeli dopo aver picchiato selvaggiamente la compagna. Il terribile episodio di violenza – non il primo nel caso di quest'uomo – è avvenuto nella mattinata di ieri in via Giorgio Scalia. L'aggressore, un uomo si trovava agli arresti domiciliari, ha pestato nuovamente la compagna, che stavolta ha chiamato la polizia e l'ha fatto arrestare. È stata proprio lei, nel pieno dell'aggressione, a prendere il cellulare e a chiamare la polizia per chiedere un intervento. Proprio mentre stava al telefono con gli agenti del commissariato Borgo, l'uomo le ha strappato di mano il cellulare urlando e interrompendo le comunicazioni.

Schiaffi e calci alla compagna, arrestato 36enne

Gli agenti sono riusciti comunque a rintracciare la donna e sono andati nella sua abitazione. La 32enne era stata picchiata con schiaffi e calci dal convivente, che continuava a insultarla e provava ad aggredirla anche davanti ai poliziotti. Dati i segni evidenti delle percosse sul corpo e il forte stato di shock in cui si trovava, la donna è stata portata d'urgenza in ospedale in codice rosso per essere curata. Le sue ferite sono state giudicate guaribili in dieci giorni. L'uomo invece, che aveva tentato di non farle chiamare le forze dell'ordine strappandole dalle mani il cellulare, è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti e portato in carcere a Regina Coeli.