I ragazzi in piazza a Roma
in foto: I ragazzi in piazza a Roma

Tantissimi studenti, giovani e giovanissimi, stanno marciando per le strade di Roma e di tutto il mondo con un obiettivo: salvare il pianeta e fermare il cambiamento climatico dovuto ai comportamenti degli esseri umani. In migliaia hanno aderito, anche nella Capitale, all'appello globale di Greta Thunberg, che da sola ha acceso la miccia di una rivoluzione pacifica che chiede ai governi di tutti i paesi del mondo di cambiare rotta sui temi dell'ambiente. Da sola la 16enne attivista svedese con le trecce e dal volto timido è riuscita a far scendere in piazza in tutto il mondo milioni di ragazzi. Greta Thunberg, il cui celebre discorso è ormai uno dei video più visti su YouTube, è riuscita a risvegliare nei giovani la passione per una nuova battaglia civile che vede al centro il futuro sostenibile della Terra.

A Roma in piazza Madonna di Loreto dalle 11 di questa mattina, 15 marzo, il giorno scelto per lo ‘Sciopero Globale', si alternano sul palco gruppi musicali e interventi come quello del geologo Mario Tozzi. Dalle istituzioni arrivano messaggi di solidarietà, come quello del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha sottolineato che siamo "sull'orlo di una crisi climatica globale" e quello del Parlamento Europeo che da Bruxelles appoggia le manifestazioni di oggi. Messaggi positivi anche dal mondo della politica e dei governi di tutto il mondo, ma i ragazzi in piazza questa mattina invitano tutti a portare striscioni, musica e bandiere colorate, ma non vessilli o simboli di partiti politici. "Perché la giornata non sia strumentalizzata", sostengono e perché la politica non continui a fare ciò che ha fatto negli ultimi venti anni, nonostante i proclami.

Anche a Roma in migliaia con Greta Thunberg

Tanti i cartelli e gli striscioni anche a Roma: "Salviamo il pianeta prima che si troppo tardi", "la febbre della Terra va fermata subito", "Ci state rubando il futuro", "non avete scuse è tempo di agire", "il mondo è nostro", "ci state rompendo i polmoni" e "rispettate il nostro pianeta". Per questo Fridays for the Future, la mobilitazione globale ispirata da Greta Thunberg, sono previste quasi 200 manifestazioni in tutta Italia e sono 100 i Paesi del mondo in cui si scenderà in piazza. Allo sciopero hanno aderito anche la sindaca di Roma Virginia Raggi e il Consiglio Comunale di Roma, che ha votato e approvato una mozione a sostegno dell'iniziativa.