Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un ragazzo di 23 anni è morto questa mattina ad Anagni in seguito di un tragico incidente mentre si trovava sul posto di lavoro. Secondo le prime informazioni, il giovane – dipendente di un'azienda che si occupa di riciclo della plastica – stava lavorando quando all'improvviso dalla parete si sarebbe staccato un oggetto pesante che gli è caduto addosso, schiacciandolo e ferendolo mortalmente. A nulla sono valsi i soccorsi giunti sul posto: gli operatori del 118, arrivati con un'ambulanza e l'elisoccorso per tentare di fare il tutto per tutto e portare il ragazzo in ospedale il più in fretta possibile, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. A quando si apprende, a schiacciarlo sarebbe stato una grossa lastra di calcestruzzo, che non gli ha lasciato scampo. È morto poco dopo essere stato colpito.

Giovane di 23 anni morto sul lavoro ad Anagni, carabinieri sul posto

Le generalità del giovane morto questa mattina non sono state ancora diffuse. Si tratterebbe di un ragazzo di 23 anni originario della Costa d'Avorio, che da tempo lavorava per l'azienda. Sul posto, oltre agli operatori del 118, sono arrivati anche i carabinieri della locale Compagnia al fine di raccogliere gli elementi per capire come sia stato possibile che la lastra si sia staccata e perché il giovane è morto. Saranno le indagini a stabilire eventuali responsabilità per il decesso del ragazzo, morto a soli 23 anni in modo così repentino e improvviso. L'ultimo decesso sul lavoro in Ciociaria è avvenuto agli inizi di gennaio: un operaio di 29 anni, Cristian Terilli, è morto sul colpo dopo essere stato colpito da un componente del macchinario che stava sistemando.