Il piccolo Alex, Alessandro Maria Montresor, sarà trasferito all'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Ad annunciarlo sono stati gli stessi genitori del bimbo affetto da una grave malattia genetica con un post su Facebook: "La notizia che si fosse trovato, tramite una ricerca nel registro internazionale, un donatore altamente compatibile con Alessandro Maria è vera. Tuttavia, a seguito dell’accertamento della compatibilità, abbiamo appreso che tale donatore (non italiano) si è reso disponibile solo da metà gennaio. Tale tempistica purtroppo è incompatibile con la malattia del nostro bimbo, che come sapete richiede un trapianto il prima possibile. Ed allora il Great Ormond Street Hospital, d’accordo con il Professore Franco Locatelli direttore del dipartimento di Onco-Ematologia Pediatrica, terapia Cellulare e Genica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù (che sin dall’inizio ci ha dimostrato massima attenzione e disponibilità), ci hanno proposto di trasferire Alessandro Maria a Roma per sottoporlo alle cure dell’equipe italiana".

Alessandro attualmente è ricoverato a Londra, dove i suoi genitori risiedono, ma molto presto verrà trasferito nel noto ospedale pediatrico della Capitale. Stando a quanto si apprende, al Bambin Gesù il piccolo verrà sottoposto a un trapianto di cellule staminali da midollo osseo di uno dei genitori, tecnica per cui il nosocomio romano è all'avanguardia nel mondo.  Attraverso questo tipo di trapianto, spiegano però i medici, la compatibilità è solo del 50 per cento. L'innovazione tecnica sperimentale del Bambino Gesù permette invece di manipolare le cellule staminali prelevate dal genitore in modo tale da eliminare gli elementi incompatibili e che potrebbero determinare un rigetto da parte dell'organismo del piccolo Alex. Ad oggi 50 bambini sono stati trapiantati al Bambino Gesù. Nell'85 per cento dei casi sono guariti.