Ha aggredito una bambina di nove anni che stava andando in bicicletta accompagnata dalla nonna, l'ha fatta cadere violentemente a terra e ha cercato di trascinarla via, forse per rapirla. Autore del folle gesto, un uomo di circa quarant'anni, pregiudicato e, secondo le prime informazioni, sotto effetto di alcol e droga. L'intervento di alcune persone presenti al parco e che hanno assistito alla scena, chiamando immediatamente forze dell'ordine e 118, ha evitato il peggio: l'uomo, dopo essere caduto in terra con la piccola in braccio, è stato fermato dagli agenti del commissariato di polizia di Albano e denunciato in stato in libertà. Non si trova quindi al momento in carcere. Una scena assurda, che si è verificata nella tarda serata di ieri al parco giochi di Villa Ferraioli in viale Risorgimento: attonite le persone presenti, spaventate dalla violenza cieca cui hanno assistito. E che, fortunatamente, non ha avuto un epilogo tragico.

Albano, aggredisce bimba di 9 anni in bici: aggredito dalla folla

Secondo le testimonianze raccolte sul luogo, prima di aggredire la bambina l'uomo avrebbe infastidito un gruppo di ragazze che stavano chiacchierando al parco. Poi si è scagliato sulla bambina di nove anni, che andava in bicicletta accompagnata dalla nonna.Secondo quanto appreso da Fanpage.it, dopo averla sollevata dal sellino ha provato a portarla via, ma è inciampato dopo pochi metri con la bimba in braccio. Entrambi sono caduti e hanno riportato diverse contusioni. Le persone presenti in quel momento al parco e che hanno assistito alla scena, si sarebbero avventate contro il quarantenne, picchiandolo. Solo l'intervento delle forze dell'ordine lo ha salvato dal linciaggio. Entrambi, sia lui sia la bambina, sono stati poi portati al pronto soccorso del Nuovo Ospedale dei Castelli ad Ariccia, dove hanno ricevuto le cure. Il quarantenne è stato sottoposto anche ai test per verificare la presenza nel sangue di alcol e droga. Per la bambina, caduta violentemente a terra, sono stati dati trenta giorni di prognosi: ha un trauma cranico e contusioni alle ginocchia. L'uomo è stato denunciato in stato di libertà con le accuse di tentato rapimento e tentativo di sequestro.