Il parco giochi di via Risorgimento ad Albano Laziale (Foto Google Maps)
in foto: Il parco giochi di via Risorgimento ad Albano Laziale (Foto Google Maps)

Tentò di rapire una bimba di nove anni ad Albano Laziale, Comune dei Castelli Romani. La Polizia di Stato su disposizione del giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Velletri ha dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di N.D., un 43enne, con numerosi precedenti penali, tra i quali uno simile a questo, che risale al 2003. I fatti risalgono al primo giugno scorso mentre la bambina si trovava a giocare all'aperto andando in bicicletta nei giardini di via Risorgimento. L'uomo, dopo aver importunato un gruppo di ragazze, ha preso di mira la piccola che era in quel momento in compagnia della nonna nei pressi di una fontana. Ubriaco, dopo averle seguite per un tratto di strada, ha afferrato la bambina, intenzionato a portarsela via. A scongiurare che accadesse il peggio è stato il pronto intervento della nonna che lo ha fermato, impedendogli di andarsene con la nipote e liberandola dalla morsa dell'aggressore. Dopo aver capito che la donna non gli avrebbe lasciato facilmente la bambina, l'uomo è scappato. Nel frattempo un gruppo di persone è intervenuto dopo aver udito le urla della donna e alcune si sono precipitate all'inseguimento del 43enne, fino a raggiungerlo e bloccarlo. Tuttavia, poco dopo, l'uomo è riuscito a liberarsi e a salire a bordo di un'auto di passaggio.

Tenta di rapire una bimba ad Albano Laziale: arrestato

Ma gli agenti del Commissariato di Albano, diretto da Antonio Masala lo hanno trovato in breve tempo e la sua fuga è terminata. A confermare l'accaduto e a confermare la sua identità le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza di zona, passate al vaglio dagli investigatori, le testimonianze dei presenti, che lo hanno riconosciuto. Inoltre, dai risultati degli esami del sangue è emerso come l'uomo avesse un tasso alcolemico superiore ai 2 grammi/litro e come al momento dell'accaduto fosse sotto l'effetto di cocaina. Nell'impeto delle sue intenzioni, l'uomo è caduto con la bimba in braccio, ciò le ha comportato la rottura del capitello radiale. La bambina è stata soccorsa e trasportata in ambulanza all'ospedale Bambino Gesù. I medici hanno le hanno riscontrato anche un “disturbo post-traumatico da stress acuto”.