114 CONDIVISIONI
4 Luglio 2018
8:00

Albano Laziale, ragazza di 28 anni massacrata di botte in casa: sul corpo ustioni e lividi, è grave

È successo ad Albano Laziale, comune dei Castelli Romani all’interno della Città Metropolitana di Roma. La ragazza sarebbe stata aggredita e picchiata brutalmente mentre si trovava in casa sua in via Virgilio. Sulla vicenda indagano gli agenti del commissariato di polizia di Albano Laziale. Per ora non sono riusciti a risalire all’autore della violenza.
A cura di Enrico Tata
114 CONDIVISIONI
Foto di repertorio
Foto di repertorio

Una ragazza di 28 anni è stata ritrovata nel suo letto con lividi e segni di ustioni su tutto il corpo. Soccorsa e trasportata d'urgenza al pronto soccorso, è tuttora ricoverata in gravi condizioni. È successo ad Albano Laziale, comune dei Castelli Romani all'interno della Città Metropolitana di Roma. La ragazza sarebbe stata aggredita e picchiata brutalmente mentre si trovava in casa sua in via Virgilio, dove viveva da sola dopo la morte della madre.

Albano Laziale, ragazza di 28 anni massacrata di botte in casa sua

Sulla vicenda stanno indagando gli agenti del commissariato di polizia di Albano Laziale. Ieri sera alcuni familiari hanno denunciato la scomparsa della ragazza al 113 e così i poliziotti hanno deciso di controllare. Intorno alle 12, riporta il quotidiano locale IlMamilio, sono entrati nell'appartamento grazie all'aiuto dei vigili del fuoco e hanno trovato la giovane sul suo letto, con tumefazioni e segni di ustioni su tutto il corpo. La ragazza è stata accompagnata in codice rosso dal personale sanitario del 118 al pronto soccorso dell'ospedale San Giuseppe di Albano Laziale. Gli investigatori ipotizzano che l'aggressione subita dalla ragazza sia avvenuta nella notte di ieri, ma per ora l'autore della violenza non è stato ancora identificato.

114 CONDIVISIONI
Ragazza di 19 anni rientra a casa dopo il lavoro e viene investita: caccia all'auto pirata
Ragazza di 19 anni rientra a casa dopo il lavoro e viene investita: caccia all'auto pirata
Ischia, il prefetto:
Ischia, il prefetto: "Sette morti accertati, tra cui un neonato"
23.146 di Peppe Pace
Msf racconta il calvario dei due siriani che si sono buttati in acqua:
Msf racconta il calvario dei due siriani che si sono buttati in acqua: "L'hanno fatto per disperazione"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni