Il robot da Vinci al lavoro (Immagine di repertorio La Presse)
in foto: Il robot da Vinci al lavoro (Immagine di repertorio La Presse)

Chirurgia robotica e Telemedicina all'ospedale San Giovanni Addolorata di Roma. Una collaborazione quella in atto da tre mesi tra Uosd Chirurgia generale con tecnica robotica breve e il Servizio di Telemedicina, un progetto che ha come obiettivo una degenza più breve per il paziente operato, una degenza postoperatoria in  un ambiente più confortevole come può essere la propria abitazione e cure personalizzate. A darne notizia il presidio ospedaliero di viale dell'Amba Aradam, che ha spiegato le nuove tecniche d'intervento e i benefici che se ne possono trarre. Ad oggi dalla Chirurgia robotica associata alla Telemedicina sono stati trattati dieci pazienti, di questi soltanto in un caso è stato necessario il rientro in ospedale per l'alterazione dei parametri inviati. Il San Giovanni è stato il primo ospedale nel Lazio ad installare il Robot Da Vinci, grazie al quale in soli dodici anni sono stati operati 3mila pazienti.

Interventi di Chirurgia robotica e Telemedicina al San Giovanni

"Il paziente viene operato con la tecnica robotica, grazie a una strumentazione tecnologica estremamente sofistica, un macchinario che consente di operare con strumenti sottili e miniaturizzati in grado di riprodurre i movimenti della mano del chirurgo" spiega il San Giovanni. Dopo una breve degenza in ospedale torna a casa in dimissione protetta, monitorato a distanza grazie al servizio di Telemedicina. Avrà a disposizione dispositivi che si collegano in modalità wireless ad uno smartphone con cui vengono monitorati costantemente tutti i parametri a distanza: elettrocardiogramma, pressione del sangue, glicemia, saturazione. Il chirurgo che ha effettuato l'intervento inoltre sarà a disposizione del paziente con un consulto in diretta.