Un uomo di 45 anni è stato arrestato dalle forze dell'ordine per resistenza a pubblico ufficiale e condannato per direttissima a un anno e due mesi. L'uomo, cui è stato anche notificato l'obbligo di dimora dalle 22 alle 7, si sarebbe opposto all'identificazione da parte dei carabinieri di Acilia minacciandoli con il proprio Pitbull, di nome Florin. Per questo adesso il cane è stato separato dal padrone e portato al canile della Muratella. I fatti, riportati da Il Messaggero, risalgono a Ferragosto: l'uomo, G.M, un cittadino romeno di 45 anni, era al bar a bere con altri quattro connazionali quando, per futili motivi, hanno iniziato a discutere in modo molto animata. Le voci si sono alzate così tanto che alcuni passanti che hanno assistito alla scena hanno chiamato le forze dell'ordine, giunte poco dopo al bar di largo Girolamo da Montesarchio.

Aizza pitbull contro carabinieri, cane portato a Muratella

All'arrivo dei carabinieri, però, G. M non si sarebbe voluto far identificare e per questo avrebbe aizzato il suo Pitbill contro i militari, intimandogli di non avvicinarsi. Sempre secondo quanto riportato da Il Messaggero, uno dei carabinieri avrebbe estratto l'arma per mettere in guardia l'uomo, che a quel punto avrebbe iniziato a girare intorno alla macchina di servizio, sempre con Florin al guinzaglio. I militari hanno allora chiamato i veterinari della Pet in Time e aspettato il loro arrivo, prima di intervenire e bloccare G. M, arrestandolo poi per resistenza a pubblico ufficiale. In aula l'uomo si sarebbe difeso dicendo che non voleva aggredire nessuno ma che, avendo il cane da pochi giorni, non riusciva a trattenerlo, versione che è stata smentita dai carabinieri. G. M. è stato condannato, mentre il pitbull Florin si trova adesso in canile, in attesa di una nuova adozione.