Oggi è il giorno di Pamela, non c’è spazio per le polemiche, afferma lo zio di Pamela Mastropietro, la 18enne romana uccisa a fine gennaio a Macerata e ritrovata fatta a pezzi all’interno di due valigie. Un piccolo corteo funebre ha accompagnato la bara dalla sua abitazione fino alla chiesa Ognissanti di via Appia Nuova, dove è stata aperta la camera ardente e alle 11 si celebreranno i funerali. Dietro al carro funebre la madre della ragazza con un mazzo di rose rosse. Davanti alla parrocchia uno striscione rosa, esposto da alcune amiche, sul quale si legge: “Infinitamente… manchi ma ci sei!”.

Lo zio di Pamela, nonché legale della famiglia, ha ricordato che i parenti lotteranno "fino in fondo affinché questa ragazza di 18 anni, questa bambina uccisa con delle coltellate, fatta a pezzi e messa in due trolley trovi giustizia. Lo faremo per lei – ha detto ancora – per la sua famiglia e per tutto il mondo civile perché questa è la battaglia di tutto il mondo civile contro quello della barbarie".

Oggi sia a Roma che a Macerata è stato proclamato il lutto cittadino in occasione dei funerali di Pamela. Alla camera ardente ci sono gli amici della ragazza che indossano magliette con una foto di Pamela, un cuore e la scritta “da qui nessuno potrà mai portarti via”. Tante le corone di fiori, tra cui quella della sindaca di Roma Virginia Raggi, della nonna della ragazza, dei suoi professori e anche di Luca Traini, l’uomo che sparò contro alcuni migranti a Macerata per ‘vendicare’ l’omicidio della ragazza. Al funerale sono arrivate la sindaca di Roma Virginia Raggi e la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.

Prima di arrivare in chiesa, il corpo di Pamela ha lasciato la sua casa, per l’ultima volta. Dopo la veglia notturna, la bara è stata portata via dallo stabile di via Saluzzo e scortata dai motociclisti della polizia di Roma Capitale fino alla chiesa in cui verranno celebrati i funerali. Il carro funebre è stato accompagnato a piedi dai genitori della ragazza e da tanti suoi amici. Sopra la bara un palloncino bianco a forma di cuore. E tante persone commosse, amici e parenti, ad aspettare il feretro davanti alla chiesa.