Ladri in azione in un centro commerciale al Tuscolano. Per non destare sospetti tre cittadini colombiani, identificati dagli agenti del Commissariato, si  fingevano una doppietta a passeggio tra negozi e vetrini: invece erano dediti a rubare dalle borse e le tasche dei clienti portafogli e telefoni cellulari.

Dopo aver ricevute diverse denunce, gli agenti si sono messi sulle tracce dei ladri, ma fatale per la banda di ladri è stato l'ultimo tentato colpo, quando una ragazza si è resa conto del fute del cellulare e si è messa a inseguire tra la folla i due ladri. Un agente fuori servizio, notata la scena, è riuscito a bloccarli.

Il terzo componente della banda, una donna, si è presentata spontaneamente alle forze dell'ordine: "Convinta di poter scagionare i suoi complici si è, di fatto, costituita consegnando il telefono rubato". La visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza ha ricostruito come la banda, poco prima, aveva messo a segno un altro furto sulle scale mobili.

"Pittoresca la tecnica usata per rubare la borsa ad una ragazza seduta in uno dei bar interni – hanno ricostruito gli agenti – fingendosi una coppietta intenta a far shopping due dei colombiani arrestati sono passati più volte vicino alla vittima predestina, ogni volta colpendo con un calcetto la borsa fin quando la stessa non era abbastanza distante dalla proprietaria da essere raccolta con disinvoltura dalla ladra".