Alla sindaca Virginia Raggi i decreti Minniti-Orlando in materia di sicurezza non sembrano dispiacere per nulla. E se il Movimento 5 stelle in aula ha votato contro, almeno a Roma si preparano ad applicarli con solerzia, con l'obiettivo di varare norme maggiormente stringenti in tema di movida e decoro, e mettendo in campo il provvedimento del Daspo urbano per reprimere alcuni comportamenti, come l'accattonaggio o l'utilizzo di stupefacenti e l'abuso di alcolici.

A darne notizia è oggi il quotidiano il Messaggero, che spiega come la sindaca, appuntatasi la stella da sceriffo al petto, ha dato già mandato al comandante della Polizia Locale Diego Porta,  eal delegato alla Sicurezza, Marco Cardilli, di mettere a punto i nuovi provvedimenti, che passeranno per un'apposita delibera di giunta, ma anche per il nuovo regolamento dei caschi bianchi.

Tra le proposte allo studio, per inaugurare una nuova stagione di ‘tolleranza zero' nella capitale. Multe da 300 a 900 euro per chi "leda il decoro urbano", o bivacchi in luoghi come le stazioni ferroviarie o gli aeroporti, arrivando fino all'allontanamento per 48 ore dal territorio comunale. Il provvedimento poi disegna una zona corrispondente al I Municipio e al centro storico, ma anche a zone della movida come San Lorenzo e Pigneto, in cui saranno messe in atto misure contro l'accattonaggio, il commercio abusivo e lo spaccio.