Su 1,7 milioni di automobili circolanti a Roma, ben 272.383 da gennaio 2017 non potranno entrare nelle Ztl del centro storico e di Trastevere. Infatti la limitazione, che già è attiva per le vetture Euro 0, Euro 1 e Euro 2, sara estesa anche alle automobili Euro 3. La disposizione è contenuta nel nuovo piano del traffico approvato nell'aprile del 2015, quando Roma era ancora amministrata dal commissario straordinario Francesco Paolo Tronca.

Sempre nel 2017 verranno installati varchi elettronici in corrispondenza del cosiddetto anello ferroviario. Gli automobilisti romani avranno a disposizione 120 ingressi all'anno (saranno di più per i residenti), ma una volta esauriti, i veicoli Euro 4 dovranno pagare 3 euro, gli Euro 5 dovranno pagare 2 euro e gli Euro 6 1 euro a ingresso.

Dal 1 novembre i veicoli alimentati a benzina Euro 1 (cioè circa 66mila), e quelli a gasolio Euro 1 e 2 (altri 70 mila veicoli circa) non potranno più circolare all'interno della fascia verde. Si tratta quindi di 137mila veicoli in totale. Gli uffici del Campidoglio stanno studiando una proroga per permettere, almeno ai residenti, di adeguarsi in un certo lasso di tempo.

La fascia verde e l'anello ferroviario.