Civita di Bagnoregio è sempre più vicina a diventare Patrimonio mondiale dell'umanità. Oggi il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, assieme al Presidente della Commissione Nazionale Unesco Franco Bernabè, al sindaco di Civita Francesco Bigiotti e al Presidente dell'Associazione Civita Gianni Letta, hanno presentato l'iter d'iniziative che porterà alla candidatura ufficiale del comune del viterbese.

Il borgo della Tuscia ha conosciuto in questi ultimi anni un vero e proprio boom di visitatori, dopo diverse iniziative istituzionali volte alla valorizzazione di un posto unico per paesaggio e storia, destinato purtroppo a scomparire per i fenomeni di erosione che interessano la rocca su cui l'antico paese è costruito. Nel 2015 Zingaretti ha raccolta le firme di 151 esponenti del mondo della cultura e dell'arte per la "Salvezza di Civita di Bagnoregio e della Valle dei Calanchi", appello sottoscritto anche dal 40.000 cittadini.

"Il presidente della commissione Unesco non può avere figli e figliastri – ha detto Bernabè – ma è importante essere qui per la straordinarieta del luogo che porta a condividere la passione per questa iscrizione nella lista. Civita è uscita dal cono d'ombra che per un certo periodo l'ha paralizzata. È un unicum, inserito nel contesto della Tuscia storica". "Trent'anni fa – ha ricordato Letta – arrivammo lassù e in dieci persone decidemmo di lanciare un progetto e lì nacque l'associazione Civita. Oggi come allora, innamorati di quel paesaggio, ci raduniamo attorno al borgo e ci auguriamo ogni successo".