Lo scorso settembre tre maestre di un asilo nido comunale nel quartiere Aurelio di Roma, sono state condannate per i maltrattamenti e gli insulti a cui hanno sottoposto i loro piccoli alunni, di cui al contrario avrebbero dovuto avere cura. Ad incastrarle le immagini di alcune telecamere nascoste dai carabinieri, dopo l'apertura di un'indagine sul caso, partita dalla segnalazione di una supplente. Nelle immagini catturate si vedono bambini legati a sedie e carrozzine, mentre le insegnanti li imboccano a forza insultandoli.

Ora, per i genitori dei bambini vittime delle violenze, l'amara sorpresa: un'ingiunzione di pagamento per il pagamento della retta dell'asilo su richiesta del Municipio XIII. Asilo che ovviamente i bambini hanno lasciato dopo i traumi subiti. La notizia è apparsa oggi sulle pagine romane del quotidiano il Messaggero, che racconta anche come dalle istituzioni non sarebbero neanche mai arrivate delle scuse.