Alla fine è arrivata la lettera ufficiale: le famiglie rom del Camping River, a Roma Nord, dovranno lasciare la struttura entro il 30 settembre. Tre mesi di proroga rispetto a quanto precedente annunciato. "Si comunica che in data 30/o9/2017 avrà termine il progetto di accoglienza finanziato da Roma Capitale presso il Villaggio attrezzato "Camping River, gestito dalla Cooperativa Sociale Isola Verde Onlus. Pertanto entro tale data, tutte le persone attualmente ospitate dovranno lasciare liberi da persone o cose gli spazi affidati", si legge nella lettera.

Ma gli ospiti del centro non saranno abbandonati a loro stessi, garantisce il Campidoglio e, al termine delle indagini patrimoniali avviate dalla guardia di finanza, chi è in una condizione di bisogno "potrà accedere alle misure previste dal ‘Piano di indirizzo di Roma Capitale delle Popolazioni Rom, Sinti e Caminanti' che la Giunta Capitolina con proprio atto n.146 del 28.06.2017 ha deliberato di estendere in via sperimentale anche al Camping River". Un piano la cui attuazione sta per entrare nel vivo, e sul quale le associazioni dei diritti umani hanno espresso molte perplessità, soprattutto su due punti: il numero dei beneficiari davvero coperti dallo stanziamento economico, e il protocollo d'intesa che le famiglie che hanno intenzione di aderire dovranno firmare. Tanti sono ancora i dubbi su cosa accadrà dal 1 ottobre, soprattutto su dove saranno ricollocate le famiglie che dimostreranno di trovarsi in uno stato d'indigenza.

Chiusura campi rom: pubblicato il bando per l'attuazione.

Il piano di chiusura riguarderà il campo La Barbuta e quello della Monachina. Per la sua attuazione il comune di Roma ha pubblicato un bando per affidare a soggetti terzi le procedure finalizzate alla chiusura dei due campi. "Verranno quindi previste misure volte al raggiungimento della progressiva inclusione sociale, economica ed abitativa degli abitanti sulla base delle direttive europee in materia, della Strategia Nazionale e del ‘Piano di indirizzo di Roma Capitale per l'inclusione delle popolazioni Rom, Sinti e Caminanti' approvato dalla giunta capitolina lo scorso 26 maggio. L'impegno di spesa ammonta a 2,268 milioni di euro: 1,570 milioni di euro per La Barbuta e 698mila euro per Monachina", si legge in una nota del Campidoglio.