Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Novantaquattro ovuli pieni zeppi di eroina nello stomaco e nell'intestino. I carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma hanno arrestato un nigeriano di 39 anni all'aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino con l'accusa di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope. L'uomo, stando a quanto si apprende, era arrivato all'alba a Roma con un aereo partito da Addis Abeba, capitale dell'Etiopia. Il corriere della droga è stato notato dai carabinieri per l'atteggiamento nervoso al controllo dei documenti. È stato perquisito e poi accompagnato dai militari all'ospedale Grassi di Ostia, dov'è stato sottoposto ad alcune radiografie che hanno svelato il motivo della sua preoccupazione: in corpo aveva 94 ovuli di eroina. Trattenuto presso l'ospedale, ha evacuato completamente tutti gli ovuli (quasi due chili di eroina in tutto) e lo hanno arrestato per produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Il precedente: un mese fa nigeriano trovato con 100 ovuli nella pancia

Solo un mese fa e sempre a Fiumicino un uomo di nazionalità nigeriana è stato trovato con 100 ovuli di eroina in pancia. Anche in quel caso è stato accompagnato all'ospedale Grassi di Ostia e poi arrestato con l'accusa di traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti e portato nel carcere di Civitavecchia. L'uomo aveva numerosi precedenti alle spalle.