Il gradino sprofondato alla stazione della Metro A Furio Camillo
in foto: Il gradino sprofondato alla stazione della Metro A Furio Camillo

Un nuovo, l'ennesimo, incidente sulle scale mobili della metropolitana di Roma si è verificato nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 9 febbraio. A ottobre dello scorso anno crollò una scala mobile alla stazione di Repubblica, a marzo il crollo del gradino a Barberini e ora un episodio molto simile alla stazione della Metro A di Furio Camillo, dove è sprofondato un gradino. Non risulta nessun ferito, l'area è stata transennata e non è stato necessario chiudere la stazione.

Pochi giorni fa un'altra scala era stata collaudata una scala mobile a Furio Camillo

Pochi giorni fa Atac aveva informato in una nota di aver effettuato il collaudo di una scala mobile, con esito positivo, proprio nella stazione di Furio Camillo. Ma, come informa Atac, non si tratta dello stesso impianto che è ceduto ieri.

Sono oggi in corso attività di collaudo per revisione speciale dei tre servoscala della stazione della metro A di Lepanto. Collaudata nei giorni scorsi con esito positivo anche una scala mobile alla stazione metro A di Furio Camillo.

Proseguono poi, tra le altre, le attività sugli impianti di  Baldo degli Ubaldi e Cornelia, soggetti a revisione ventennale. In particolare, nella stazione Baldo degli Ubaldi, riaperta il 10 gennaio scorso dopo la riattivazione di sei impianti sui dodici esistenti, altre tre scale mobili sono state collaudate nei giorni scorsi e per le ultime tre è previsto l’inizio delle attività di collaudo a partire dalla prossima settimana”, la nota di Atac.

Atac, impianti guasti del 62% fra novembre e gennaio

"Sono in corso le verifiche sulla scala mobile di Furio Camillo per accertare le ragioni del guasto – si legge in una nota diffusa da Atac, che ha informato – I sistemi di sicurezza si sono immediatamente attivati, la scala si è fermata ed è stata messa subito fuori servizio, senza problemi per le persone". L'azienda che gestisce il servizio di trasporto pubblico della Capitale ha spiegato: "Atac è impegnata nel garantire un livello sempre maggiore di manutenzione degli impianti (scale mobili, ascensori e servoscala) delle stazioni metroferroviarie, come dimostrano anche i dati sui guasti, che sono diminuiti del 62% fra novembre 2019 e febbraio del 2020. In particolare, ai primi di novembre 2019 erano fuori servizio per guasto complessivamente 61 impianti, che sono diventati 23 il 6 febbraio scorso. Da quando Atac ha sostituito il fornitore dei servizi di manutenzione, la cui gestione aveva determinato le note e gravi problematiche, sono diminuite del 20% le segnalazioni di guasti e 110 impianti sono stati sottoposti con esito positivo a revisione generale o speciale. Sono attualmente in corso revisioni su ulteriori 47 impianti in diverse stazioni, così come previsto dalle norme di legge".

Riaperta solo in uscita la stazione Barberini

Continuano i lavori sulle scale mobili di Baldo degli Ubaldi, parzialmente già riaperta, e Cornelia, che dovrebbe riaprire entro Pasqua. Riaperta, invece, la stazione Baberini, anche se per ora solo per la discesa dei passeggeri.