Un nuovo incendio di cassonetti dei rifiuti è avvenuto questa notte, questa volta nel quartiere di Monteverde in XII Municipio, dove ignoti hanno dato alle fiamme in tutto sette contenitori per l'immondizia posti sulla strada. Nel rogo quattro cassonetti e un campana verde per il vetro sono andati completamente distrutti. Dopo il gesto – evidentemente di natura dolosa – i vertici di Ama sono tornati a denunciare l'odioso fenomeno che ormai da anni, con intensità variabile, colpisce il sistema della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. Dall'inizio dell'anno sono 330 i cassonetti incendiati.

Virginia Raggi: "Aiutateci a fermare questa vergogna"

Sull'episodio è intervenuta anche la sindaca Virginia Raggi. "Chi pensa che bruciare i cassonetti sia utile o che, in qualche modo, serva ad intimorire l’amministrazione, si sbaglia di grosso. – così la prima cittadina – A questi criminali rispondiamo nell’unico modo possibile: denuncia alla Procura della Repubblica, da un lato, e sostituzione dei beni dati alle fiamme dall’altro. Con tutti i costi che, ovviamente, questo comporta per la cittadinanza: pensate infatti che, dall’inizio dell’anno, sono stati circa 330 i cassoni di Ama distrutti, 120 soltanto nel VII Municipio. Un danno annuo stimabile in oltre 250 mila euro. Soldi nostri, vostri, di tutti. Il danno, oltre ad essere economico, è anche sanitario: chi brucia inquina l’aria che respiriamo. Aiutateci a fermare questa vergogna e, se vedete comportamenti strani attorno ai cassonetti, non abbiate timore e chiamate le forze dell’ordine".

Luisa Melara (Ama): "Cassonetti incendiati? Comportamenti criminali"

"Non si tratta solo di atti vandalici, ma di veri e propri comportamenti criminali che producono un danno grave a tutta la collettività. Ciò comporta anche sforzi ulteriori per l'azienda e disagi per i cittadini dovuti dalla temporanea indisponibilità dei contenitori incendiati. Assicuriamo come azienda e invitiamo anche coloro che avessero elementi utili per le indagini a dare la massima collaborazione alle Autorit- di Pubblica Sicurezza per porre un argine a questo fenomeno che aggrava localmente le condizioni del servizio di raccolta", così la presidente di Ama Luisa Melara, in una nota accompagnata dalle foto dell'incendio.

Ama: "330 cassonetti incendiati da inizio anno"

L'azienda municipalizzata ha fatto sapere che "provvederà al più presto a sostituire i cassonetti bruciati" e che presenterà "denuncia contro ignoti alle Autorità competenti". Presentati anche i drammatici dati del fenomeno: "Dall'inizio del 2019 ad oggi sono stati circa 330 i cassonetti stradali Ama da 2.400 litri bruciati e resi non fruibili, con punte di oltre 120 in VII municipio". Nel 2018 erano stati oltre 500 i contenitori stradali dati alle fiamme, con un danno di quasi 300.000 euro.