Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Si aggirava in zona Salario con una bottiglia di grappa, alcuni volantini di supermercati e un accendino. E, servendosi di questi tre strumenti, dava fuoco alle macchine parcheggiate tra via Savoia, via Salaria e via di Villa Albani. Un uomo di 45 anni con problemi psichici è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo radiomobile in viale Regina Margherita mentre tentava di dare alle fiamme un'altra auto – con targa diplomatica della Bolivia – proprio davanti alla sede della delegazione del paese. Lo riporta il Corriere della Sera. I militari lo hanno trovato con la bottiglia di grappa ancora in mano e vestito di tutto punto per non farsi male durante la sua notte di fuoco: su braccia e gambe, infatti, si era messo delle protezioni per non ustionarsi.

Dà fuoco alle macchine con la grappa: evaso in aprile da struttura psichiatrica

Ai carabinieri che lo hanno fermato ha detto di voler sfogare la sua rabbia. Portato in caserma, si è scoperto che era evaso in aprile da una struttura di assistenza psichiatrica, facendo perdere le sue tracce. Era riuscito a scappare saltando da una finestra. Dopo qualche tempo le forze dell'ordine lo avevano rintracciato e ricondotto nella struttura di Viterbo ma, dato che non c'era posto, avevano dovuto rilasciarlo. Fino a quando è stato sorpreso a dare fuoco alle macchine nella zona del Salario, con la bottiglia di grappa, i volantini e tutte le protezioni del caso. Il processo per direttissima che si è tenuto mercoledì mattina ne ha convalidato l'arresto e l'uomo è stato condotto in carcere. Il 45enne, che ha gravi problemi psichici, ha diversi precedenti per minacce, percosse e danneggiamento.