Dramma nella notte a Tor Pignattara, nella periferia di Roma, dove il cadavere di un ragazzo è stato trovato in strada. Secondo le informazioni apprese la vittima è un 29enne di origini peruviane. A dare l'allarme è stata una residente, che ha notato in strada ciò che sembrava con tutta probabilità essere il corpo di una persona riverso a terra, in via Anassimandro. Preoccupata, la donna da dato l'allarme, chiedendo l'intervento di un'ambulanza e delle forze dell'ordine. Sul posto, ricevuta la chiamata d'emergenza, è intervenuto il personale del 118 che ha tentato di soccorrere la vittima, cercando di rianimarla. Purtroppo inutili i soccorsi, per il ragazzo non c'è stato nulla da fare se non constatarne il decesso, avvenuto prima dell'arrivo dei paramedici. Presenti, per i rilievi scientifici necessari al caso, i carabinieri della Compagnia Casilina che hanno svolto gli accertamenti di rito. I militari sono inoltre riusciti a identificarlo in breve tempo perché il ragazzo al momento del decesso aveva con sé il portafoglio con i documenti.

Trovato il cadavere di un ragazzo

Secondo quanto appreso, da un primo esame esterno sul corpo non sono stati trovati segni evidenti di violenza. I carabinieri dovranno indagare sul caso, per ricostruire la dinamica dell'accaduto. Al momento non si esclude nessuna pista, ma l'ipotesi maggiormente accreditata è che il giovane sia stato colto da un malore proprio mentre camminava in strada, che non gli ha lasciato scampo. Eseguite le verifiche necessarie per il reperimento di tutte le informazioni utili alle indagini, la salma è stata trasferita in obitorio dove si trova a disposizione dell'autorità giudiziaria, che ne disporrà l'autopsia. I risultati degli esami autoptici serviranno a far luce sulle cause e sull'ora esatta del decesso. Elementi che si riveleranno decisivi per il lavoro degli investigatori.