Si aggirava per la stazione Termini con una pistola scacciacani: per questo un uomo è stato fermato per accertamenti e sottoposto a controlli da parte della Polizia Ferroviaria. Il timore, in realtà, era che quella che aveva con sé fosse un'arma vera e propria: a dare l'allarme alle forze dell'ordine sono stati alcuni passanti che hanno notato la pistola e, forse temendo che l'uomo avesse cattive intenzioni, hanno subito segnalato il fatto agli agenti di pattuglia. Fortunatamente si trattava di un'arma più innocua: la scacciacani, infatti, di simile alla pistola ha solo il rumore che produce, ma non è in gradi di fare male perché non esplode nessun proiettile. Si contraddistingue da una vera e propria pistola per il tappo rosso d'ordinanza, che non può essere tolto. In ogni caso l'uomo è stato fermato, denunciato all'Autorità Giudiziaria e l'arma sequestrata dagli agenti. Ma non è stato il solo a essere fermato la scorsa settimana alla stazione Termini.

Termini, fermati due borseggiatori dalla Polfer

Oltre a lui, infatti, sono stati fermati due borseggiatori che hanno tentato di rubare la borsa a un turista giunto a Roma per visitare la capitale. Gli agenti della Polfer hanno visto due uomini che si aggiravano con comportamento sospetto vicino a persone di nazionalità straniera, facendosi dei cenni e iniziando a seguire un turista che viaggiava con trolley e borse al seguito. Il modus operandi era molto semplice: dopo aver raggiunto il viaggiatore ignaro di ogni cosa, si dividevano. Uno faceva finta di dover chiedere un'informazione, l'altro – approfittando della distrazione momentanea – prendeva la borsa poggiata in quel momento sul trolley. Dopodiché, hanno cercato di andarsene prendendo delle uscite separate, ma sono stati bloccati e arrestati prima che riuscissero a fuggire.