Un trentunenne italiano è stato denunciato per tentata violenza sessuale nei confronti di una turista statunitense: l'episodio sarebbe avvenuto presso un ostello di via Vicenza, nel cuore della Capitale, è frequentato da giovani stranieri, caratterizzato anche da stanze promiscue e bagni in comune nei corridoi. Proprio in uno di questi aveva tentato di nascondersi l'uomo, raggiunto poi dai Carabinieri della Stazione di Roma Macao.

Secondo quanto ricostruito, il trentunenne romano sarebbe entrato poco prima nel bagno dove la turista nordamericana si stava truccando, cercando di baciarla contro la sua volontà, arrivando perfino ad abbracciarla e stringendola a sé. La donna, però, ha continuato a rifiutare le sue insistenze, ed a quel punto il trentunenne avrebbe provato a bloccarla per poi palpeggiarle il seno e le parti intime, finché la donna non è riuscita a liberarsi dalla presa e spingerlo fuori dal bagno, dove si era chiusa in attesa di aiuto.

Dai controlli successivi è emerso che l'uomo, proprio nello stesso ostello, già lo scorso 27 novembre aveva tentato a fare qualcosa di simile: nel mirino ancora una volta una turista straniera. L'uomo era riuscito ad entrare nella stanza dove la ventenne dormiva, accarezzandole le gambe all'altezza dell'inguine, facendola però svegliare di soprassalto e terrorizzandola al punto di farla urlare. L'uomo era poi scappato, ma era stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza: deve ora rispondere per entrambi i tentativi di violenza, ed è stato per questi due episodi deferito in stato di libertà.