Ventiquattro feriti, di cui uno in condizioni gravi che avrebbe subito l'amputazione del piede. È questo il bilancio del grave incidente avvenuto martedì sera a Roma, quando, intorno alle 19 (ora in cui la metro è maggiormente affollata) la scala mobile della fermata Repubblica della metropolitana A ha ceduto sotto il peso di decine di passeggeri. I vigili del fuoco, intervenuti immediatamente sul posto insieme a sette ambulanze e un'auto medica, hanno lavorato per più di un'ora per estrarre diverse persone rimaste incastrate nei meccanismi della scala mobile.

"La scala è integra per più di metà – il racconto dei soccorritori – mentre gli ultimi gradini, meno di una decina, sono tutti spaccati e accartocciati uno sull'altro. Tutt'attorno ci sono bottiglie di birra e pezzi di vetro". La maggior parte dei feriti sono tifosi russi del Cska Mosca, accorsi in città, per assiste alla partita di Champions League della propria squadra contro la Roma: al momento del crollo erano infatti diretti verso l'Olimpico. Stando a quanto dichiarato da Giampietro Boscaino, comandante dei vigili del fuoco di Roma, le cause del crollo sono ancora da accertare: "C'è stato un cedimento, questo è certo, ma si tratta di un incidente strano. Al momento sappiamo solo che fino a qualche minuto prima la scala era gremita di persone: forse 80″.