Ha estratto un coltello nel centro di Fiumicino e ha colpito tre volte al ventre e alla gamba un passante. Protagonista della violenza in strada è un 20enne con precedenti che, dopo aver opposto resistenza ai carabinieri, è stato arrestato per tentato omicidio ed è finito in carcere, dove si trova a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. L'episodio è avvenuto in via delle Ombrine, nel Comune in provincia di Roma. Quello che sembrava essere un tranquillo pomeriggio di luglio, all'insegna del caldo e delle ferie estive, sarebbe potuto culminare in tragedia a causa dell'aggressione di cui è rimasta vittima una persona che si trovava lì per caso, nel posto sbagliato al momento sbagliato. Vittima un 57enne originario di della provincia di Catanzaro, ma residente a Fiumicino, che si è imbattuto nel giovane e che, a seguito di una lite scaturita per futili motivi, ricevuti i colpi, si è accasciato al suolo.

L'inseguimento e l'arresto

A dare l'allarme un passante che ha interrotto l'aggressione e che, preoccupato per le condizioni di salute della vittima, ha chiesto l'intervento di un'ambulanza, mentre il ragazzo si dava alla fuga. Sul posto è arrivato il personale sanitario del 118 che lo ha soccorso, trasportandolo con urgenza all'ospedale Grassi di Ostia. Le sue condizioni di salute sono parse fin da subito gravi. Presenti i carabinieri della Stazione di Fiumicino ed è scattata la caccia all'uomo. Una fuga quella del 20enne che è terminata poco dopo: infatti i militari hanno trovato il coltello sporco di sangue nascosto in un cespuglio e il 20enne in un supermercato poco distante, che cercava di nascondersi tra i clienti.